Recensione Xiaomi Redmi Note 4

Recensione Xiaomi Redmi Note 4, si tratta di un ottimo smartphone per ciò che riguarda il rapporto qualità prezzo, ma non è tutto oro ciò che luccica, scopriamolo insieme.

Qualche mese fa è uscito il Redmi Note 3 Pro, e poco dopo è arrivato lo Xiaomi Redmi Note 4, ma come ormai ben sappiamo Xiaomi sforna un telefono dopo l’altro, andiamo ad analizzarlo.

Lo abbiamo utilizzato per un mese grazie a Gearbest, quindi vi riporto la mia esperienza.

Confezione di vendita

solita confezione di vendita, una scatola bianca con la foto del Redmi Note 4 sopra, possiamo definirla un po Apple style, con al interno un alimentatore da 5V/2A (nel nostro caso cinese), e un cavetto USB – MicroUSB.

Scheda tecnica Xiaomi Redmi Note 4

  • Display: 5,5 pollici fullHD con vetro 2.5D
  • CPU: MediaTek Helio X20 a 2,1 GHz deca-core
  • GPU: Mali-T880MP4
  • RAM: 2 o 3 GB a 933 MHz
  • ROM: 16 o 64 GB eMMC 5.1, espandibile (slot ibrido)
  • Fotocamera posteriore: 13 megapixel, f/2.0, PDAF, dual-tone LED Flash
  • Fotocamera frontale: 5 megapixel, f/2.0, lente 85°
  • Connettività: LTE (banda 20 assente), Wi-Fi 802.11 ac, Bluetooth 4.2, GPS + GLONASS
  • Dimensioni: 151 x 76 x 8,35 millimetri
  • Peso: 175 grammi
  • Batteria: 4.100 mAh
  • OS: Android 6.0 Marshmallow con interfaccia utente proprietaria MIUI 8
  • Altro: lettore di impronte digitali, IRDA

Costruzione e Design

Lo smartphone è davvero molto simile allo Xiaomi Redmi Pro, infatti lo chassis è realizzato completamente in alluminio spazzolato, sul quale troviamo l’ampio display da 5.5 pollici. Sul retro del dispositivo troviamo la fotocamera, sotto troviamo il lettore per le impronte digitali, a destra abbiamo il tasto di accensione spegnimento e il bilanciare del volume. Sotto abbiamo i fori per speaker e micrfono, e l’ingresso microUSB. Sopra troviamo il jack da 3,5mm, il trasmettitore a infrarossi e il microfono secondario, il tutto per un peso di 175 grammi.

Comparto Fotografico

Abbiamo una fotocamera posteriore da 13megapixel, apertura f/2.0, mentra quella anteriore è da 5 megapixel semmpre f/2.0. Ok scatta foto ma la qualità è discreta, soprattutto di notte. Abbiamo comunque la possibilità di applicare in tempo reale dei filtri, e scegliere varie modalità di scatto.

Batteria

Sicuramente uno dei punti di forza è l’autonomia con la batteria da ben 4100 mAh, non removibile. Infatti ci ah sempre portato a sera tranquillamente con all’incirca 4 ore di dispaly acceso. Detto ciò la ricarica è abbastanza lenta, infatti ci vorranno quasi 2 ore per una carica completa.

MIUI 8 stabile

Lo Xiaomi Redmi Note 4 è basato su Android 6.0.1 Marshmallow, se lo acquistate su Gearbest vi arriverà, o almeno a noi ci è arrivato con il Play Store già installato e con la lingua italiana.
Vediamo le nuove funzioni della MIUI 8.

  • Stile grafico minimale e bello da vedere;
  • nuova calcolatrice;
  • Quick ball (nel video vedremo a cosa serve);
  • Note personalizzabili grazie a nuovi template;
  • Nuova galleria;
  • Dual Apps (vedremo questa funziona nel video);
  • Second space (vedremo questa funziona nel video);
  • nuova app di editing video molto ben fatta.

Attenti alle notifiche: recatevi nell’app Security e abilitare l’autostart; seccussivamente, nella sezione Risparmio Energetico, selezionare una ad una le app che vogliamo rimangano aperte in background.

Giudizio finale sullo Xiaomi Redmi Note 4

Bello il nuovo design rispetto al suo predecessore Xiaomi Redmi Note 3 Pro, soprattutto per il posizionamento della cassa audio, in quanto ora si trova sulla parte bassa, ma anche i materiali e l’assemblaggio in generale sono migliori.

Non mi ha convinto la fotocamera, ma soprattutto pesa l’assenza della banda 20.

Apparte questo se cercate un dispositivo bello da vedere e che funziona bene senza spendere troppo, a patto di accettare tutti i compromessi di uno smartphone cinese è sicuramente uno smartphone da tenere in considerazione proprio per il suo prezzo!

COMPRALO SU GEARBEST